Antiche stoviglie

Gli utensili da cucina erano per lo più realizzati in ceramica. Si trattava spesso di recipienti in bronzo o in ottone, e si usavano anche piatti di legno e cesti in vimini. I più ricchi per servire i pasti potevano permettersi utensili in argento. Innumerevoli varianti di diverse stoviglie, caldaie, ciotole, pentole, piatti, coppe, vasi e brocche testimoniano la ricchezza e la varietà delle pietanze che in essi venivano preparate o servite. 
Olio, vino e cereali si preparavano nei pithoi, enormi vasi di terra, alti fino a 2 metri. Per la conservazione e il trasporto di cibi liquidi e di cibi solidi ci si serviva delle anfore, bottiglie panciute in ceramica, dal collo stretto e con due manici. Oltre che in ceramica, si realizzavano anche in marmo, alabastro, vetro e metalli preziosi. Nelle anfore si conservava grano, miele, uva, vino, olio d'oliva, olive, pesce salato, datteri…

Alle feste il vino diluito con acqua si metteva in un recipiente detto cratere. Veniva poi versato in brocche- oinochoe e bevuto da kylix di ceramica, coppe a due manici.
 
Adrijano Nikolić, autore del libro “La storia gastronomica di Apoxyòmenos ”, Lidija Kosmos, professoressa di storia e sociologia
 
Dai tempi antichi fino al giorno d'oggi, la tecnica della cottura dell'argilla è rimasta la stessa. Oggi con grande amore realizziamo, come facevano gli antichi, diverse ciotole antiche.
 
Čazimir Mehmeti e Nevenka Todorić Mehmeti, Studio di ceramica Čarobnjak
 
ANTICHE STOVIGLIE
Studio di ceramica Čarobnjak
 
Punto di vendita:
Negozio Čarobnjak, Vladimira Gortana 73, 51550 Mali Lošinj, T: +385 51 232 690; + 385 91 5668 603, carobnjak@carobnjak.hr, www.carobnjak.hr 
Inizio della pagina